CronacaPrimo Piano

Macedonia del Nord: l’opposizione chiede le dimissioni del premier

L'attacco giunge a seguito della visita effettuata dal premier nei giorni scorsi a Berlino

In Macedonia del Nord l’opposizione ha attaccato il premier socialdemocratico Zoran Zaev, invitandolo a dimettersi e a indire elezioni anticipate, avendo fallito l’obiettivo di ottenere entro giugno o luglio la data di inizio del negoziato di adesione con la Ue. Una promessa questa, delle dimissioni e di nuove elezioni, che aveva fatto del resto lo stesso Zaev. L’attacco è giunto dopo la visita effettuata dal premier nei giorni scorsi a Berlino, dove la cancelliera Angela Merkel ha detto che il parlamento tedesco si pronuncerà non prima di settembre sull’avvio del negoziato fra Skopje e Bruxelles. Zaev da parte sua, dopo il colloquio con la cancelliera, aveva affermato che il negoziato con la Ue sarebbe cominciato entro l’anno. Era stato lo stesso presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, nei giorni scorsi a parlare di un rinvio nell’inizio del negoziato con Skopje, affermando che non tutti gli stati membri dell’Unione sono pronti al momento a prendere una decisione al riguardo (ANSA).

Tags

Articoli correlati