CronacaPrimo Piano

La Turchia sta attaccando i curdi: bombardamenti in corso

Numerosi centri del nord-est della Siria sono finiti nel mirino dei raid della Turchia

L’offensiva della Turchia contro le milizie curde nel nord-est della Siria ha avuto inizio prima del previsto. La notizia arriva dallo stesso presidente turco Recep Tayyip Erdogan:

Poco dopo il suo annuncio sono state segnalate quattro esplosioni nella città di Ras-al-Ain contro postazioni delle milizie curde di protezione popolare (Ypg). In seguito anche altri centri e villaggi sono finiti nel mirino dei raid turchi.

«Caccia turchi hanno lanciato raid su aree civili. C’è grande panico fra la popolazione nella regione», ha scritto su Twitter un portavoce dei combattenti curdi nel nord della Siria. In serata l’agenzia statale turca Anadolu ha riferito che i caccia turchi sono arrivati a colpire zone fino a 30 km dentro il territorio siriano: l’incursione di Ankara, almeno inizialmente, dovrebbe spingersi oltre confine proprio a questa distanza.

Per difendersi dagli attacchi turchi, le autorità curdo-siriane hanno annunciato una «mobilitazione e allerta generali in tutto il nord-est» della Siria.

Nel pomeriggio il presidente del Parlamento europeo David Sassoli è intervenuto sulla vicenda e alcuni Paesi hanno chiesto una riunione urgente dell’Onu.

Tags

Articoli correlati