CronacaPrimo Piano

Iran, la produzione di uranio cresce di 10 volte

Nuove violazioni dell'accordo sul nucleare

«L’Iran sta mettendo in funzione 60 centrifughe avanzate IR-6 nel sito nucleare di Natanz, cioè il doppio di prima», in violazione dell’accordo sul nucleare del 2015. Lo ha annunciato alla tv di Stato il capo dell’Organizzazione per l’energia atomica di Teheran, Ali Akbar Salehi, parlando nel 40/o anniversario dell’occupazione dell’ambasciata Usa. Le centrifughe IR-6 possono produrre uranio arricchito a una velocità 10 volte superiore al modello IR-1 di prima generazione, ammesso invece dall’intesa, riducendo così ulteriormente il tempo teorico necessario per produrre l’atomica, che Teheran ha però sempre negato di voler possedere.

Inoltre, «nel corso degli ultimi 60 giorni di ultimatum ai partner Ue» dell’accordo sul nucleare, «l’Iran ha aumentato di circa 10 volte, portandola a 5 mila grammi, la sua produzione quotidiana di uranio».

Tags

Articoli correlati