Cronaca

India, il raid aereo nel Kashmir ha ucciso 350 persone

I ribelli del Kashmir in territorio pachistano sono stati sorpresi nel sonno

Il raid aereo dell’India su Balakot, nel Kashmir pachistano, avrebbe sorpreso nel sonno 325 militanti e 25 addestratori di Jaish-e-Mohammad (i guerrieri di Maometto), il gruppo ritenuto responsabile dell’attentato contro i militari indiani a Pulwama a metà febbraio. Lo riferiscono fonti del governo indiano all’agenzia Pti.
Del campo, dei militanti e dei loro addestratori non resta più nulla“, ha dichiarato un portavoce delle forze militari indiane. Il raid ha colpito un resort a cinque stelle, base della formazione terroristica.

Il governo del Pakistan ha definito la mossa dell’India come “un’azione condotta per finalità di politica interna che mette a rischio la pace regionale”, si legge in una nota al termine di una riunione del comitato di sicurezza nazionale presieduta dal premier Imran Khan. Si tratta, continua la nota, di “un’aggressione gratuita a cui il Pakistan risponderà quando e dove riterrà opportuno”. 

Tags

Articoli correlati