CronacaPrimo Piano

Guerra in Siria, Erdogan: “Turchia non dichiarerà mai il cessate il fuoco”

Il presidente turco non è preoccupato per le sanzioni Usa

Guerra in Siria, il presidente della Turchia Erdogan fa sapere di «non essere preoccupato» per le sanzioni Usa in seguito all’offensiva lanciata in Siria contro le milizie curde. Il presidente turco avrebbe detto al presidente americano Donald Trump, nel corso di una telefonata, che la Turchia non dichiarerà mai il cessate il fuoco in Siria e proseguirà l’operazione militare con o senza il sostegno del mondo. A rivelarlo è la TV turca “Ntv”.

Intanto il ministro della Difesa di Ankara ha aggiornato il numero dei “terroristi neutralizzati”, vale a dire uccisi, feriti o catturati, nel nord-est della Siria: da 611 a 637. Erdogan ha precisato nelle scorse ore che almeno 556 di questi combattenti sono stati uccisi. Intanto giungono notizie confuse su Manbij, la cittadina siriana strategica che – secondo quanto comunicato dagli organi di stampa nelle scorse ore – sarebbe sotto il controllo delle forze governative siriane: secondo quanto riferito all’ANSA da alcuni testimoni oculari, non è così.

Tags

Articoli correlati