AmbienteCronaca

Everest, c’è la coda per salire in vetta: la foto-denuncia

Vetta troppo affollata: due persone hanno perso la vita dopo aver passato ore in attesa al gelo

Sta facendo il giro del web la foto della lunga coda di persone sulla vetta dell’Everest. Proprio come accade per le attrazioni turistiche sul livello del mare, anche il punto più alto della Terra, dove ci si aspetta di trovare solitudine e silenzio, in realtà è più affollato che mai. La lunga coda di persone, circa 200 in tutto, è arrivata in vetta tutta insieme, complice il bel tempo. Questa è la foto-denuncia di Nirmal Purja, ex agente delle forze speciali britanniche e alpinista di 35 anni, che ha infranto il record scaldando sei degli Ottomila (vette oltre gli 8000 metri), in poco più di 4 settimane.

A causa di ritardi e delle lunghe attese al gelo, due persone hanno perso la vita nell’ultima settimana. Donald Lynn Cash, americano di 54 anni, e Anjali Kulkarni, indiana della stessa età, sono morti durante la discesa, dopo aver passato ore in fila a più di 8.000 metri di altezza.

 

 

Tags

Articoli correlati