Cronaca

Cecenia, persecuzioni contro gli omosessuali: almeno due torturati a morte

Non si placa la nuova ondata di persecuzioni contro gli omosessuali in Cecenia

L’organizzazione per la difesa dei diritti delle minoranze sessuali Lgbt Network ha denunciato che almeno due presunti omosessuali sono stati torturati a morte dalla polizia cecena e circa 40 uomini e donne sono stati detenuti illegalmente nella nuova ondata di persecuzioni contro gli omosessuali iniziata in Cecenia alla fine di dicembre.

Igor Kochetkov, capo di Lgbt Network, sottolinea che non è possibile avere un numero esatto delle vittime. “Comunque – precisa – sappiamo che gli arresti sono compiuti dagli agenti delle forze dell’ordine e che le persone sono detenute ad Argun”. La polizia locale  “impedisce in tutti i modi” che coloro che sono finiti nel loro mirino “lascino la regione o ricorrano alla giustizia. I poliziotti sequestrano alle loro vittime i documenti, li minacciano di aprire inchieste penali contro di loro o contro i loro cari e li costringono a firmare formulari in bianco”.

Tags

Articoli correlati