CronacaPrimo Piano

Alpinista torinese precipita in Pakistan, l’elicottero non arriva: «lo portiamo a piedi»

L'elicottero dei soccorsi non arriva e l'amico decide di portarlo giù a piedi con l'aiuto di due persone

L’alpinista torinese Francesco Cassardo, di 30 anni, è precipitato mentre stava scendendo dal Gasherbrum VII, in Pakistan. Francesco stava scendendo con gli sci sabato quando è precipitato facendo un volo di 500 metri. 

L’alpinista è ferito grave ma, secondo quanto si apprende, è sempre rimasto cosciente. L’amico Cala Cimenti, con lui sul posto, ha subito dato l’allarme e lo ha soccorso, rimanendo al suo fianco a 6300 metri per tutta la notte, in costante contatto con la fidanzata in Italia. Ore dopo, Cimenti ha spostato Cassardo in una zona più facilmente raggiungibile dall’elicottero ma i soccorsi non arrivano.

Così, Cimenti comunica che con l’aiuto di altri due alpinisti, giunti sul posto per aiutarli, Denis Urubko e Dan Bowie, porterà Francesco a piedi fino alla base. «Visto che l’elicottero non arriva abbiamo deciso di portarlo giù a piedi. Probabilmente cammineremo tutta la notte ma portiamo Francesco in salvo».

Tags

Articoli correlati