Cronaca

Al via il Gay Pride a Gerusalemme: attese 30 mila persone

La polizia ha arrestato 17 persone che volevano disturbare evento

Ha preso il via a Gerusalemme la tradizionale manifestazione del Gay Pride alla quale sono attese circa 30 mila persone. Poco prima dell’inizio è arrivato il neo ministro della giustizia Amir Ohana, nominato ieri dal premier Benyamin Netanyahu, primo gay dichiarato del governo. La sfilata – che si svolge nella parte ovest della città – è presidiata in forze dalla polizia che ha schierato 2500 agenti per impedire ogni disturbo, dopo l’attentato da parte di un ebreo ortodosso nel 2015 in cui morì una giovane.

La polizia ha annunciato l’arresto o il fermo oggi di 17 persone che avevano intenzione di disturbare la manifestazione: tra questi quello di un uomo trovato in possesso di un coltello. Bandiere arcobaleno sono state fatte apporre dal Comune lungo tutto il percorso nonostante il grande rabbino di Gerusalemme avesse fatto richiesta alle autorità di rimuoverle per non offendere la sensibilità di una parte della popolazione. (ANSA)

Tags

Articoli correlati