Esteri

Covid: Véran, Francia accelera su vaccini

PARIGI, 05 GEN – La Francia accelera e dopo i primi giorni di grande difficoltà nella partenza della campagna di vaccinazioni e le conseguenti polemiche, annuncia che nei prossimi giorni si metterà al passo degli altri Paesi europei. “Amplificare, accelerare, semplificare”: queste le linee guida dettate dal ministro della Salute, Olivier Véran, che ha annunciato – questa mattina ai microfoni della radio RTL – l’avvio della vaccinazione “entro fine gennaio” delle persone over 75″. Inoltre, il governo consentirà “nei prossimi giorni” ai francesi che desiderano vaccinarsi, di iscriversi in vista di un appuntamento. Questa iscrizione si farà “su internet, per telefono e, perché no, anche attraverso l’applicazione su smartphone TousAntiCovid”. Quanto agli over 75 al di fuori degli ospizi, che hanno cominciato per primi la vaccinazione insieme al personale di quegli istituti con oltre 50 anni di età, si tratta di “5 milioni di persone”, ha detto Véran. Il governo è nell’occhio del ciclone per le polemiche sulla lentezza dell’inizio della vaccinazione in un paese, come la Francia, che ha superato la soglia dei 65.000 morti per Covid: “abbiamo superato ieri le 2.000 vaccinazioni – ha garantito Véran – entro giovedì aumenteremo ancora in modo molto importante, andiamo su una curva esponenziale”. “Aumenterò anche gli ordini a livello europei delle dosi di vaccino – ha continuato Véran – per poter aumentare il ritmo e l’intensità delle consegne per la Francia e per l’Europa. Oggi siamo a un ritmo di consegne di 500.000 dosi alla settimana da parte di Pfizer. Presto, se sarà approvato domani dall’EMA, l’Agenzia europea del farmaco, avremo presto 500.000 dosi di Moderna al mese”. Secondo il ministro, 100 centri di vaccinazione destinati alle città “oltre agli ospedali” saranno pronti per questa settimana, 300 la settimana prossima e 5-600 entro fine gennaio. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati