Esteri

Covid: tornano in calo i contagi in Gb, stop ai test gratuiti

LONDRA, 31 MAR – Tornano in calo il numero dei contagi da Covid alimentati dalla variante Omicron 2 nel Regno Unito, in discesa per il terzo giorno di fila dopo il rimbalzo delle ultime settimane e assestato di nuovo sotto i 70.000 casi quotidiani su una media di poco inferiore a 5 milioni di tamponi settimanali. Lo indicano gli ultimi dati che segnalano anche una frenata del graduale incremento recente dei decessi, attorno a una media ora di circa 150 morti giornalieri, oltre che di quello dei ricoveri negli ospedali: il cui totale nazionale non ha ri-superato quota 20.000, con una somma di pazienti costretti alla respirazione assistita in tutti i reparti di terapia intensiva del Paese ferma a 365. L’indicazione è stata segnalata come incoraggiante dal ministro Mark Spencer, Leader of the House, nel corso di un dibattito alla Camera dei Comuni, durante il quale l’esponente della compagine Tory di Boris Johnson ha respinto le critiche dell’opposizione indipendentista scozzese dell’Snp sulla strategia di revoca di tutte le restrizioni messa in atto da oltre due mesi in Inghilterra. Non senza notare come le ospedalizzazioni restino inferiori in proporzione nel territorio inglese rispetto a quanto si registra proprio in Scozia, dove l’esecutivo locale guidato dall’Snp, ha mantenuto in vigore finora il vincolo pur limitato dell’obbligo legale dell’uso della mascherine in negozi e trasporti pubblici. Intanto, da domani, rimane confermata la scadenza fissata da tempo dallo stesso governo Johnson per la fine della distribuzione gratuita a pioggia dei test anti-Covid sull’isola. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati