Esteri

Covid: peggiora la situazione a Pechino, altri 1.500 casi

PECHINO, 22 NOV – Peggiorano i focolai di Covid-19 a Pechino dove lunedì sono state accertate 1.438 infezioni, quasi 500 in più rispetto al giorno precedente, che equivalgono al nuovo record per la capitale cinese. Dagli aggiornamenti quotidiani della Commissione sanitaria nazionale sono emersi quasi 28.000 nuovi casi di trasmissione locale (2.000 in più rispetto a domenica), con la provincia del Guangdong (oltre 16.000 contagi) e la megalopoli di Chongqing (6.300 casi) che si confermano le aree più critiche, mentre ci sono altri due decessi che portano il totale a quota 5.231. A Chaoyang, il distretto centrale di Pechino con 3,7 milioni di residenti, quasi tutti i grandi magazzini, i ristoranti e i negozi sono stati chiusi, mentre il traffico è ridotto, in linea con la raccomandazione delle autorità locali a non uscire di casa, se non per necessità. L’ultima spirale pandemica sta mettendo alla prova i limiti della ‘tolleranza zero’ rivista, con i funzionari desiderosi di evitare blocchi a livello cittadino come il calvario di due mesi vissuto a Shanghai ad aprile e a maggio, che ha rovinato l’economia e l’immagine internazionale dell’hub finanziario. La capitale cinese ha finora evitato una chiusura totale, a favore di blocchi mirati. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati