Esteri

Covid: organizzatori proteste Canada, cresce rischio violenza

ROMA, 11 FEB – I leader della proteste contro le misure anti-Covid in Canada hanno avvertito tutti i partecipanti che il rischio di un’escalation sta aumentando. Lo rivela il Guardian che ha preso visione di una serie di rapporti redatti da uni degli organizzatori delle manifestazioni che da giorni ormai stanno paralizzando la capitale Ottawa e tre valichi di confine con gli Stati Uniti causando perdite commerciale di centinaia di milioni di dollari al giorno. Sebbene contengano molte fake news e non possano essere considerati credibili dal punto di vista delle informazioni, i comunicati danno un’idea sulla mentalità di chi sta animando le proteste, intrisa di “paranoia” e “allarmismo”. L’autore dei rapporti, Tom Quiggin, è un consulente sulla sicurezza privata in passato accusato di fare disinformazione sulla minaccia terrorismo rappresentata dalla comunità musulmana canadese. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati