Esteri

Covid: Israele, in quasi 800mila immunizzati con prima dose

TEL AVIV, 31 DIC – Con quasi 800mila prime dosi di vaccino Israele si conferma paese leader al mondo come numero di persone immunizzate con una percentuale del 7.74% sulla popolazione totale, circa 9 milioni. Solo ieri – ha fatto sapere il ministro della sanità Yuli Edelstein – sono state inoculate oltre 150mila dosi, al di sopra, seppur di poco, della media indicata dal governo. Ad oggi il totale delle prime vaccinazioni ha quasi doppiato il numero dei casi da inizio pandemia che sommano a circa 480mila. A testimonianza della ampia campagna vaccinale in corso, da oggi a Tel Aviv nella centralissima Piazza Rabin aprirà un Centro vaccinazioni allestito dal Comune e dall’ospedale Ichilov per proseguire nell’immunizzazione degli over 60. L’obiettivo – secondo il premier Benyamin Netanyahu – è di arrivare ad oltre 2.5 milioni di persone entro la fine di gennaio. Tuttavia – nonostante Israele sia in lockdown, il terzo dall’avvio della pandemia – continuano a crescere le nuove infezioni. Nelle ultime 24 ore sono state 5.253 con un tasso del 5.5% rispetto a 95.125 test. La polizia in preparazione per le feste dell’ultimo dell’anno ha approntato piani per impedire gli assembramenti illegali: sul campo ci saranno circa 2mila agenti con il compito di vigilare sul rispetto delle restrizioni imposte dal lockdown. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati