Esteri

Covid, in Indonesia 50 mila soldati vigilano su nuovo lockdown

GIACARTA, 03 LUG – Oltre 50 mila tra soldati e poliziotti sono stati schierati in Indonesia nelle strade dell’isola di Giava e Bali per far rispettare le nuove restrizioni messe in atto di fronte all’ondata senza precedenti di contagi da Covid-19. Sono stati istituiti centinaia di posti di blocco, mentre moschee, parchi, centri commerciali e ristoranti sono stati chiusi nella capitale, Giacarta, e nella regione di Giava. A Bali, chiusa ai turisti, la polizia pattuglia ristoranti e locali, anch’essi serrati. Il sistema sanitario del Paese, travolto, è sull’orlo del crollo. Ospedali affollati mandano indietro i pazienti, costringendo le famiglie disperate a cercare ossigeno per prendersi cura dei malati e dei moribondi a casa. L’Indonesia, quarto Paese più popoloso al mondo ha visto il numero di casi giornalieri più che quadruplicati in meno di un mese, con un nuovo record di 27.913 casi nelle ultime 24 ore. I decessi sono 493, inferiori al record di 539 registrato venerdì. Il Paese ha registrato finora 2,25 milioni di casi e 60.027 morti, uno dei nazioni più colpiti in Asia, ma i dati sono sottostimati. All’origine dell’aumento delle infezioni, secondo il ministero della Salute, la diffusione della variante Delta. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati