Esteri

Covid: Fda, saturimetro meno efficace su pelle scura

ROMA, 21 FEB – Strumento fondamentale nella lotta al coronavirus, il saturimetro potrebbe non funzionare sulla pelle più scura. E’ l’avvertimento della Food and Drug Administration americana che ha analizzato diversi studi sull’argomento. Lo riporta la Cnn. Secondo uno studio in particolare, pubblicato a dicembre sul New England Journal of Medicine dal dottor Michael Sjoding dell’università del Michigan, su 10.000 pazienti il saturimetro ha dato un risultato fuorviante sul 3,6% dei pazienti bianchi e sull’11,7% di quelli neri. In pratica, spiega Sjoding, un paziente di colore su 10 potrebbe ricevere una diagnosi sbagliata. Oltretutto secondo i dati del Centro Usa per il controllo delle malattie, neri, latini e nativi americani hanno il quadruplo delle possibilità di essere ricoverati per Covid-19. La spiegazione del perché il saturimetro funziona meno sulla pelle scura è relativamente semplice. Il dispositivo funziona inviando due tipi di luce rossa attraverso il dito. Un sensore sull’altro lato del dispositivo rileva questa luce e la utilizza per rilevare il colore del tuo sangue; il sangue rosso vivo è altamente ossigenato, mentre il sangue blu o violaceo lo è meno. Se il dispositivo non è calibrato per la pelle più scura, la pigmentazione potrebbe influenzare il modo in cui la luce viene assorbita. Fortunatamente, sostengono i ricercatori, i medici non si basano solo ed esclusivamente sui risultati degli spirometri per formulare una diagnosi di coronavirus. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati