Esteri

Covid: Cina, nuovo focolaio di variante Delta nel Fujian

PECHINO, 13 SET – La Cina è alle prese con un nuovo focolaio di variante Delta nella provincia del sudest di Fujian dove sono state rilevate più di 70 infezioni, di cui molte nei bambini, mettendo ancora alla prova la politica ‘Zero Covid’. A meno di un mese dal contenimento del focolaio di giugno rilevato a Nanchino, sono dozzine i casi finora emersi nella regione, secondo le autorità locali. Il cluster è stato scoperto grazie ai test di routine nelle scuole, dove venerdì due studenti sono risultati positivi: un padre dei due, tornato da Singapore all’inizio di agosto, è risultato infetto. I funzionari sanitari ritengono che possa essere questa l’origine dell’ultimo focolaio, in una regione che è un ricco polo produttivo di scarpe da ginnastica, abbigliamento e componenti di elettronica. Sono più di 70 i contagi in tre città: Xiamen, Quanzhou e Putian, che nell’ultimo bollettino di domenica diffuso oggi dalla Commissione sanitaria nazionale hanno segnato 22 casi cumulativi. Altri 13 asintomatici sono stati trovati a Putian. La provincia ha finora registrato 43 infezioni di trasmissione domestica dal 10 settembre e 32 asintomatici, tutti sotto osservazione medica, per un totale di 75 casi. A livello nazionale, sono 27 i nuovi casi importati relativi a domenica, di cui 17 nello Yunnan, 5 a Shanghai, 3 nel Guangdong e uno ciascuno nello Sichuan e nello Shaanxi. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati