Esteri

Covid: Cina, chiusi a Xi’an due ospedali per disservizi

PECHINO, 13 GEN – Due ospedali nella città cinese di Xi’an, tra cui uno che si è rifiutato di curare una donna incinta di otto mesi che in seguito ha avuto un aborto spontaneo, sono stati chiusi per consentire la “correzione” dei propri errori. Il capoluogo dello Shaanxi è in lockdown totale da tre settimane a causa di un focolaio di Covid, in linea con la strategia della ‘tolleranza zero’ al virus, dopo aver collezionato un totale di oltre 2.000 contagi dal 9 dicembre. Gli alti funzionari sanitari sono stati costretti a scusarsi la scorsa settimana dopo la denuncia sui social media, con foto e video, della donna seduta su uno sgabello di plastica fuori dall’ospedale Gaoxin in una pozza di sangue, suscitando indignazione su scala nazionale per l’applicazione rigida delle regole contro la pandemia, visto che il test anti-Covid negativo era appena scaduto rispetto alla durata delle 48 ore di validità. Nell’incidente al secondo ospedale, una residente ha riferito che suo padre era morto la scorsa settimana perché non poteva avere le cure mediche per un disturbo cardiaco a causa delle “regole anti-pandemiche”. Entrambi gli ospedali sono stati ripresi dalle autorità e costretti a “sospendere le operazioni per tre mesi al fine di eseguire la rettifica” delle procedure in vista di una riapertura possibile solo dopo una specifica approvazione. La commissione sanitaria cittadina ha affermato in una dichiarazione che i due nosocomi “non hanno svolto i loro compiti di salvare vite umane e curare i feriti. Ciò ha portato a ritardi nel salvataggio, nella diagnosi e nel trattamento di pazienti critici, suscitando un’attenzione pubblica diffusa e avendo un impatto sociale negativo”. Al Gaoxin, in particolare, è stato ordinata la sospensione del direttore generale e il licenziamento di diversi membri del personale, mentre al secondo ospedale è stato rimosso il presidente, sospeso il suo vice e licenziare la responsabile del suo ambulatorio. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati