Esteri

Covid: 200 militari in aiuto negli ospedali di Londra

LONDRA, 07 GEN – Duecento militari britannici sono stati dislocati in alcuni ospedali di Londra come prima forma di aiuto di fronte ai buchi di personale causati dalle assenze per malattia – o per isolamento dovuto al contatto diretto con individui infettate dal Covid – alimentate nelle ultime settimane dal dilagare della variante Omicron. Lo riferisce oggi il ministero della Difesa britannico, precisando che si tratta di 40 medici militari e per il resto di ausiliari. In tutta l’Inghilterra, al 2 gennaio, si contavano 82.384 assenze in seno al servizio sanitario nazionale (Nhs England) legate a qualunque tipo di malattia, pari in varie strutture al 60% dell staff. E con un aumento del 21% rispetto alla settimana precedente, in un periodo già di ordinaria alta incidenza delle assenze come l’invernalo, segnato dalle influenze e da altre patologie diffuse di stagione. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati