Esteri

Congo, 700 detenuti politici graziati dal nuovo presidente

Tshisekedi ha anche invitato tutti coloro che sono espatriati per motivi politici a tornare in Congo

Il nuovo presidente del Congo, Felix Tshisekedi, ha graziato circa 700 prigionieri politici incarcerati sotto il suo predecessore. Tshisekedi ha firmato ieri il relativo decreto, rispettando la promessa fatta a inizio mese di farlo durante i suoi primi 100 giorni in carica.
Tra le persone che verranno rilasciate c’è Firmin Yangambi, condannato nel 2009 a 20 anni di carcere con l’accusa di essere una minaccia per la sicurezza nazionale. Verrà liberato anche Franck Diongo, personaggio dell’opposizione condannato a cinque anni durante la precedente amministrazione.
Il presidente ha detto inoltre che lavorerà attivamente per garantire le condizioni per un rapido ritorno di coloro che si trovano fuori dal Paese per motivi politici. Durante il suo primo viaggio internazionale nella vicina Repubblica del Congo a febbraio ha esortato decine di migliaia di esiliati politici a tornare a casa, dicendo che tutti sarebbero necessari per far avanzare il Congo.

Tags

Articoli correlati