Esteri

Cisgiordania, palestinese ucciso dall’esercito di Israele

RAMALLAH, 01 MAR – Un palestinese è rimasto stato ucciso e un altro gravemente ferito durante un raid condotto ieri dalle forze militari di Israele nel campo profughi di Jenin, nella Cisgiordania occupata. Lo rende noto il Ministero della Salute palestinese. L’esercito israeliano “ha aperto il fuoco sul campo di Jenin”, ha detto in un comunicato il dicastero. Fonti della sicurezza palestinese hanno specificato che l’uomo che è morto si chiamava Abdullah Hosari. Era un ex prigioniero, secondo l’agenzia di stampa Wafa. Un secondo uomo è stato “gravemente ferito alla testa da proiettili veri” ed è stato portato in ospedale. La scorsa settimana le forze israeliane hanno ucciso un palestinese di 14 anni che secondo loro stava lanciando bombe molotov vicino alla città di Betlemme. Circa 475.000 coloni ebrei vivono in Cisgiordania, insieme a 2,9 milioni di palestinesi, in insediamenti per lo più considerati illegali in base al diritto internazionale. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati