Esteri

Cisgiordania: attivista italiana fermata a Betlemme

TEL AVIV, 16 GEN – Una cittadina italiana di circa 50 anni, Stefania Costantini, è stata fermata questa mattina nel campo profughi di Dheisheh a Betlemme, in Cisgiordania, durante un’operazione dell’esercito israeliano. Secondo quanto si apprende, non sono chiari al momento i motivi per cui è stata fermata. Le autorità diplomatiche italiane, il consolato a Gerusalemme e l’ambasciata in Israele stanno seguendo il caso. Fonti locali, citate dall’agenzia palestinese Wafa, hanno riferito che “i soldati israeliani hanno fatto irruzione nella casa del giornalista palestinese Nidal Abu Aker, percosso il figlio, appena sottoposto ad un intervento chirurgico, e interrogato la moglie”. I soldati, ha proseguito la Wafa, hanno anche fatto irruzione nella casa dell’anziana madre di Abu Aker, dove hanno trovato l’attivista e l’hanno fermata. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati