Esteri

Cina: MeToo, cadono le accuse di molestie contro noto volto tv

PECHINO, 15 SET – Il movimento MeToo segna una brusca battuta d’arresto in Cina. Il tribunale distrettuale di Haidian, a Pechino, ha respinto per mancanza di prove una causa per molestie sessuali contro uno dei conduttori televisivi del network statale Cctv più famosi del Paese, Zhu Jun. Zhou Xiaoxuan, conosciuta con il soprannome online di Xianzi, aveva raccontato le vessazioni subite da Zhu in un saggio diventato subito virale sui social media nel 2018, in cui spiegava che nel 2014, impegnata in uno stage alla Cctv, il conduttore la aveva palpeggiata e baciata con la forza. Il caso aveva contribuito a rianimare il movimento MeToo in Cina. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati