Esteri

Cina all’attacco, Usa ‘traditori’ su Taiwan

PECHINO, 02 AGO – La Cina va all’attacco degli Usa, accusati di “tradimento” sulla questione di Taiwan e di essere “il più grande distruttore della pace odierna” nell’imminenza della visita di Nancy Pelosi a Taipei. Il ministro degli Esteri Wang Yi, in una nota, ha detto che il principio della Unica Cina “è il consenso universale, la base politica per gli scambi della Cina con altri Paesi, il nucleo di interessi fondamentali e una linea rossa e di fondo insormontabili”. Alcuni politici “si preoccupano solo dei propri interessi, giocano apertamente con il fuoco su Taiwan e diventano nemici di 1,4 miliardi di cinesi che non finiranno mai bene”. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati