EsteriPrimo Piano

California divorata da vasti incendi: è emergenza vicino a San Francisco e Los Angeles

Nel weekend il vento aumenterà di nuovo: attiva l'allerta per rischio incendi e venti forti

Continua a bruciare la California: sono molti gli incendi attivi in questi giorni. Il più vasto è il Kinkade Fire, scoppiato non lontano da San Francisco: le fiamme hanno bruciato finora 64 chilometri quadrati di territorio (6.500 ettari). Sul campo oltre 1300 vigili del fuoco che sono riusciti finora a spegnere solo il 5% dell’incendio. Migliaia di persone sono state costrette ad evacuare.

A nord di Los Angeles è attivo da giorni il Saddle Ridge Fire: circa 50 mila persone hanno ricevuto l’ordine di lasciare le loro case. Le fiamme hanno bruciato un’area di 35 chilometri quadrati (3.500 ettari) non lontano da Santa Clarita. Qui i vigili del fuoco sono riusciti a contenere le fiamme quasi completamente.

Le fiamme sono alimentate da un vento caldo e secco che continua a soffiare da diversi giorni. Nella giornata di giovedì le raffiche a 60 km/h hanno alimentato le fiamme, e facilitato la propagazione dell’incendio. Secondo le previsioni meteo le raffiche di vento dovrebbero calare nella giornata di oggi e domani, ma potrebbero intensificarsi di nuovo nel weekend. Sulla zona è attiva un’allerta rossa: nel weekend le raffiche di vento potrebbero raggiungere una velocità da uragano, sfiorando i 120 km/h nelle zone interne della California. Si tratta dei cosiddetti “Diablo winds”, venti che “provengono” dal Monte Diablo nella contea di Contra Costa, a est di San Francisco.

Tags

Articoli correlati