Esteri

Brexit: Ue congela fase due infrazione contro Gb

BRUXELLES, 28 LUG – In risposta ad una richiesta di sospensiva da parte di Londra, Bruxelles non passerà, per il momento, alla fase due della procedura di infrazione contro il Regno Unito, per la violazione del protocollo sull’isola di Irlanda. La notizia viene confermata da un portavoce della Commissione europea. La procedura era stata aperta nel marzo scorso, e ad una recente riunione degli ambasciatori, dopo una telefonata tra Ursula von der Leyen e Boris Johnson, l’Esecutivo comunitario aveva fatto sapere che in mancanza di soluzioni alle nuove tensioni sugli accordi commerciali per l’Irlanda del Nord, avrebbe inviato un parere motivato (secondo step della procedura) al governo britannico. Le polemiche tra le due sponde della Manica erano montate di nuovo quando la settimana scorsa, il ministro per la Brexit David Frost aveva detto di voler rinegoziare il protocollo. Bruxelles ha respinto categoricamente l’idea di rinegoziare l’Accordo di recesso, ma ha accettato di congelare l’azione legale. “Per quanto riguarda la richiesta di sospensiva, la Commissione valuterà attentamente le nuove proposte avanzate dal Regno Unito, secondo le necessarie procedure di consultazione, sia interna che con il Parlamento europeo”, spiega la portavoce della Commissione, aggiungendo: “Al fine di fornire lo spazio necessario per riflettere su questi temi e trovare soluzioni durature all’attuazione del protocollo, abbiamo deciso, in questa fase, di non passare allo step successivo della procedura di infrazione”. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati