Esteri

Brexit, saga infinita: il voto slitta ancora

La Camera boccia la mozione di Boris Johnson per ottenere le elezioni politiche anticipate il 12 dicembre

Le vicende politiche della Gran Bretagna vedono un nuovo colpo di scena sul fronte Brexit e voto. La Camera dei Comuni ha respinto nella serata di ieri la mozione presentata dal governo britannico di Boris Johnson per ottenere le elezioni politiche anticipate il 12 dicembre. Il mancato sì dell’opposizione laburista ha impedito di raggiungere il necessario quorum dei due terzi, come già in due altre occasioni. Al governo Tory resta però ora la strada di sostenere la nuova proposta di altri 2 partiti d’opposizione, LibDem e Snp, per andare al voto il 9 dicembre modificando a maggioranza semplice da domani la legge vigente sulle elezioni.

Tags

Articoli correlati