Esteri

Brexit, per il capo negoziatore Ue il rischio no deal resta

«Potrebbe manifestarsi a fine gennaio», avverte Barnier

Alla Plenaria del Comitato economico e sociale europeo, il capo negoziatore Ue per la Brexit Michel Barnier ha detto che «il rischio di un no deal è ancora presente e potrebbe materializzarsi alla fine di gennaio, se l’accordo di recesso non è stato ratificato o alla fine del 2020, se non vi è alcun accordo sulle relazioni future».

Barnier ha precisato che «siamo ad un momento chiave» e che il negoziato è «complesso» e che per «renderlo operativo» bisogna essere «pazienti». La «proposta di Johnson di zero dazi e zero quote per noi non è sufficiente, dobbiamo fare un lavoro completo, e dunque zero dazi, zero quote ma anche zero dumping, questo è il nostro modo di vedere le cose come Ue», ha aggiunto Barnier precisando che «a estate 2020 faremo il punto e decideremo se servirà una estensione del periodo di transizione».

Tags

Articoli correlati