Esteri

Brexit, laburisti favorevoli a un secondo referendum

La svolta annunciata dal leader del Labour è una notizia importante,

Il leader del partito laburista Jeremy Corbin si è detto favorevole a un secondo referendum sulla Brexit. Si tratta di una notizia importante, perché Corbyn non si era mai esposto apertamente sulla questione e molti lo avevano accusato di essere in realtà un acerrimo euroscettico e di sostenere, senza esporsi, la Brexit.
Con il suo annuncio il leader laburista rischia di allontanare il Nord operaio euroscettico che finora aveva tentato di mantenere unito sotto l’egida del Labour, ma questa svolta era necessaria per convincere i membri europeisti del partito a non abbandonarlo: in molti erano già passati al neonato Gruppo Indipendente.

Un secondo referendum sulla Brexit resta in realtà una opzione altamente improbabile, ma la nuova posizione di Corbyn può rappresentare una minaccia volta a spingere il suo piano per l’uscita della Gran Bretagna dall’Europa. Oltretutto il piano del leader laburista, che prevede il mantenimento di una sorta di mercato unico e un’unione doganale permanente, risulta estremamente gradito anche alle autorità europee, che lo hanno già sostenuto apertamente.

Leggi anche:

La Brexit potrebbe essere rimandata al 2021. Le ultime novità

Tags

Articoli correlati