Esteri

Brexit, Juncker mette in guardia: il «rischio di un no deal è reale»

Il presidente della Commissione europea però lascia aperto uno spiraglio

Mancano solo 43 giorni alla Brexit e ancora non sono stati fatti passi avanti nella prospettiva di un accordo con l’Europa da parte del premier britannico Boris Johnson. Il Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker ha informato la stampa sull’esito del colloquio avvenuto lunedì con il premier britannico. «Il rischio di un no deal è reale e permane», ha detto Juncker. «Magari il no deal alla fine sarà la scelta del governo britannico ma non sarà mai la scelta dell’Ue. Un accordo è sempre auspicabile e possibile».

«Ho invitato il primo ministro britannico a esplicare gli eventuali accordi alternativi che potrebbe auspicare e di rendere politiche le trattative», ha aggiunto. Juncker ha anche chiesto «proposte concrete per scritto» e ha chiesto a Michel Barnier, capo negoziatore della Ue, di intensificare le trattative non solo sul piano tecnico ma anche politico.

Tags

Articoli correlati