Esteri

Borrell, invieremo presenza europea congiunta a Kabul

BRUXELLES, 03 SET – “Le persone a rischio, che lavoravano con gli occidentali, che sono a rischio, che hanno partecipato al processo di democratizzazione, e sappiamo che sono rimaste in Afghanistan, devono essere evacuate. Gli Stati membri decideranno su base volontaria di accogliere queste persone. Al fine di attuare questa evacuazione e valutare l’attuazione delle condizioni poste dalla Ue, abbiamo deciso di lavorare in modo coordinato, con una presenza europea congiunta a Kabul, coordinata dal Servizio europeo di sicurezza, se le condizioni di sicurezza lo consentono”. Lo ha detto l’Alto rappresentante dell’Ue, Josep Borrell, aggiungendo che l’Ue intende avviare una piattaforma politica con i Paesi vicini all’Afghanistan da costruire “sulle ampie relazioni dell’Ue e degli Stati membri con questi Paesi”. “La piattaforma politica – ha proseguito – valuterà tra le altre questioni la gestione dei movimenti della popolazione dall’Afghanistan, la prevenzione della diffusione del terrorismo e di attività criminali come il traffico di droga. Questo richiederà un grosso sforzo diplomatico, e sarà coordinato dal Servizio europeo per l’azione esterna”. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati