Esteri

Boris Johnson considera l’Iran responsabile dell’attacco ai siti petroliferi sauditi

Il Regno Unito valuta un sostegno militare agli Usa nel Golfo

La Gran Bretagna di Boris Johnson considera l’Iran responsabile per l’attacco ai siti petroliferi sauditi. «Stiamo attribuendo la responsabilità con un livello molto alto di probabilità all’Iran» per l’attacco del 14 settembre, ha detto il primo ministro ai giornalisti, durante il viaggio verso New York, per l’assemblea generale dell’Onu. Aggiungendo che i britannici potrebbero contribuire agli sforzi militari degli Usa nel Golfo, dove invieranno altre truppe. Se ce lo chiedessero, «valuteremmo in che modo essere utili», ha detto Johnson.

Tags

Articoli correlati