EsteriPrimo Piano

Birmania, rilasciati i due giornalisti Reuters

Lo ha reso noto il direttore del carcere

I due giornalisti dell’agenzia di stampa Reuters, condannati in Birmania a sette anni di reclusione per aver diffuso documenti di Stato sui crimini delle forze armate contro i Rohingya, sono stati rilasciati: lo ha reso noto il direttore del carcere in cui erano rinchiusi. I due giornalisti Wa Lone e Kyaw Soe Oo, entrambi birmani, sono stati rilasciati nell’ambito di una grazia concessa oggi a 6mila detenuti dal governo del Paese. Wa Lone e Kyaw Soe Oo erano stati arrestati nel dicembre 2017 per la loro copertura dell’offensiva delle forze armate contro la minoranza musulmana nello stato Rakhine, da dove 700mila sono fuggite in Bangladesh. I due erano stati prelevati subito dopo aver incontrato in un ristorante un ufficiale che gli aveva consegnato un documento. L’uomo aveva poi testimoniato durante il processo, raccontando che il tutto era stato pianificato come una trappola per i due giornalisti scomodi. (ANSA)

Tags

Articoli correlati