Esteri

Austria, il parlamento sfiducia il cancelliere Kurz

E' la prima volta nel Dopoguerra. Ora l'Austria andrà a elezioni anticipate

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz è stato sfiduciato in Parlamento dal voto congiunto delle opposizioni. E’ la prima volta che un voto di sfiducia nei confronti di un capo del governo ottiene in Austria un risultato vincente nel Dopoguerra. A votare contro Kurz e il suo governo sono stati i Social democratici (Spoe) e la destra del Partito della Libertà (Fpoe). La sfiducia giunge 10 giorni dopo lo scandalo soprannominato ‘Ibizagate‘ e all’indomani della vittoria del Partito popolare di Kurz alle europee, dove ha conquistato il 34% dei consensi.

Il cancelliere è accusato di aver sfruttato le accuse di corruzione contro l’ex vice cancelliere Heinz-Christian Strache per indire elezioni anticipate ed escludere dal governo i ministri del Fpoe, per prendere il controllo assoluto dell’esecutivo. Si tratta di un voto senza precedenti in Austria. Al posto di Kunz andrà l’attuale vicecancelliere nonché ministro alle Finanze Hartwig Loeger. Ora l’Austria andrà a elezioni anticipate.

Tags

Articoli correlati