Esteri

‘Asta del divorzio’ a New York, battute opere per 676 milioni

ROMA, 16 NOV – Trentacinque dipinti e sculture, tra i quali pezzi di Andy Warhol e Jackson Pollock, è stata battuta all’asta a New York per 676 milioni di dollari. Lo riporta la Bbc Le opere appartenevano a Linda e Henry Macklowe, ex marito e moglie ai quali il giudice ha imposto di vendere la loro prestigiosa collezione e dividere a metà il ricavato. Tra i pezzi più preziosi ‘No 7’, di Mark Rothko, che è stato venduto per 82,5 milioni di dollari, il secondo prezzo più alto per un’opera dell’artista. Non è chiaro chi sia riuscito ad accaparrarselo, ma secondo l’agenzia di stampa Reuters, c’è stata un’aspra battaglia tra i rappresentanti dei clienti asiatici. ‘Number 17, 1951’, di Pollock, ha incassato 61,2 milioni di dollari. La serigrafia ‘Nine Marilyn’s’ di Warhol, realizzata poco dopo la morte dell’attrice, è stata battuta a 48,5 milioni di dollari. La collezione, che aveva un valore stimato di 400 milioni di dollari, non è finita qui. Il prossimo anno saranno messe all’asta altre 35 opere. Il commerciante d’arte Andrew Fabricant ha spiegato al al New York Times che era soprattutto Linda a collezionare opere. “Ogni singolo lavoro qui è unico e speciale”, ha detto. I Macklowe hanno divorziato nel 2018 dopo 59 anni di matrimonio. Non sono riusciti a trovare un accordo e così il giudice ha affidato la gestione della preziosa collezione ad un amministratore. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati