EsteriPrimo Piano

Alta tensione Italia-Francia, il Colle preoccupato

Ieri il richiamo dell'ambasciatore, non succedeva dal 1940. "Dal governo di Roma un attacco senza precedenti"

La Francia ha richiamato a ieri Parigi per consultazioni l’ambasciatore a Roma Christian Masset. Non accadeva dal 1940, quando l’Italia entrò in guerra con la Francia. A scatenare questa reazione durissima è stato l’incontro tra il vicepremier Di Maio e Di Battista con alcuni esponenti dei gilet gialli a Parigi. La nota del Quai d’Orsay ha parlato di “attacchi senza precedenti dalla fine della guerra e senza fondamento” e “dichiarazioni oltraggiose” da parte del governo italiano. “Essere in disaccordo è una cosa, strumentalizzare la relazioni a fini elettorali è un’altra”, aggiunge il ministero degli Esteri francese.

Nella serata di ieri è arrivata anche la presa di posizione del Quirinale secondo cui “va ristabilito immediatamente un clima di fiducia con i Paesi amici e alleati. Questo passa attraverso la considerazione dei reciproci interessi nazionali e il pieno rispetto delle dinamiche istituzionali di ciascun Paese. Grande preoccupazione per la situazione. I consolidati e preziosi rapporti di amicizia e collaborazione con la Francia vanno difesi e preservati.” Secondo ANSA è quanto trapela in ambienti qualificati del Quirinale sulla vicenda francese.

Tags

Articoli correlati