Esteri

Afghanistan: Talebani si avvicinano a Mazar-i Sharif

ROMA, 10 AGO – Le strade sono semideserte e molti abitanti fuggono a Mazar-i Sharif, la più importante città nel nord dell’Afghanistan – e la quarta del Paese – a cui i Talebani si stanno avvicinando, dopo avere conquistato cinque capoluoghi di provincia nel nord e nord-est in un’offensiva lampo a partire da venerdì. Lo riporta un giornalista di VOA. Ieri profili sui social media vicini ai Talebani avevano sparso la notizia che i miliziani avevano attaccato la città da quattro direzioni, ma poi l’annuncio si è rivelato falso. Gli unici combattimenti segnalati finora si svolgono vicino ad una base dell’esercito governativo nel distretto di Dihdadi, che comunque è a non più di venti chilometri dalla città. “Abbiamo sentito che i Talebani stanno arrivando, la gente ha paura, il 50 per cento dei negozi è chiuso”, ha detto a VOA un residente, Hamid Askar. Il nord è la parte dell’Afghanistan tradizionalmente più ostile ai Talebani. Se gli insorti riuscissero a conquistare Mazar-i Sharif, capoluogo della provincia di Balkh, per loro sarebbe un successo decisivo non solo militare ma anche politico. Nel 1998, quando i Talebani conquistarono per la prima volta la città, assaltarono il consolato dell’Iran, uccidendo otto membri del personale e un giornalista dell’agenzia Irna. L’episodio portò gli stessi Talebani e Teheran sull’orlo di una guerra. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati