Economia

Vaccini: Oxfam,siano di massa o nel 2021 crisi da 9 mila mld

ROMA, 06 APR – I paesi ricchi devono trovare una strada che porti a una produzione di massa di vaccini a basso costo per proteggere dal COVID-19 ogni persona, in ogni parte del mondo e scongiurare una catastrofe economica globale, con perdite stimate fino a oltre 9.000 miliardi di dollari nel 2021e per l’Italia una perdita di reddito procapite pari a 1.495 dollari. E’ l’appello lanciato in occasione degli Spring Meetings del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale in programma da Oxfam, membro della People’s Vaccine Alliance. Oxfam chiede anche di non tergiversare con la deliberazione di una nuova, per quanto limitata, emissione di diritti speciali di prelievo (DSP) per 650 miliardi di dollari, fornendo liquidità extra ai paesi a basso e medio reddito che ne hanno disperato bisogno. La mancanza di un’azione globale per le vaccinazioni di massa da parte delle economie avanzate , scrive Oxfam, porterebbe secondo le stime più pessimistiche dell’International Chamber of Commerce, a 9.200 miliardi di dollari di perdite economiche aggregate a fine 2021, di cui circa la metà ricadrebbe proprio sulle nazioni più ricche. In dettaglio, secondo Oxfam, gli Usa potrebbero perdere fino a 2.700 dollari di capacità di spesa pro-capite nel 2021, ossia circa 1.300 dollari in più del sussidio erogato dall’amministrazione Biden arrivando a fine anno a registrate un calo del Pil nazionale di 1.300 miliardi di dollari, mentre l’Italia potrebbe registrare una contrazione della capacità di spesa pro-capite di 1.495 dollari; il Giappone di 1.451; il Regno Unito di 1.380, ossia circa il 70% della busta paga mensile media; la Francia di 1.239 pro-capite, equivalente al costo medio di un affitto; il Canada di 1.979 dollari. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati