EconomiaPrimo Piano

Ue, nuovo taglio alle stime di crescita dell’Italia

Nel 2019 Pil a +0,1% e deficit in aumento

Dalla Commissione Ue arriva un nuovo taglio alle stime di crescita dell’Italia. Mentre nelle stime di febbraio il Pil italiano avrebbe dovuto crescere dello 1% nel 2018, dello 0,2% nel 2019 e dello 0,8% nel 2020, secondo quanto riferito oggi da Bruxelles si prevede una crescita dello 0,9% nel 2018, dello 0,1% nel 2019 e dello 0,7% nel 2020.
Secondo le Commissione Ue andremo incontro a una “tenue ripresa” e il reddito di cittadinanza dovrebbe aiutare i consumi, ma la spesa dei consumatori sarà danneggiata da un “mercato del lavoro che si deteriora” spingendo a una maggiore tendenza al risparmio. “La crescita sommessa e l’allentamento di bilancio intaccheranno i conti pubblici – aggiunge Bruxelles – con deficit e debito che saliranno fortemente”. Secondo le stime dell’Ue senza l’aumento dell’Iva nel 2019 il deficit salirà a 2,5%  e il debito schizzerà a 133,7%. 

Tags

Articoli correlati