Economia

Ue, oggi la riunione dei commissari sulla procedura d’infrazione contro l’Italia

Dopo le nuove misure economiche varate lunedì, il governo mostra ottimismo ma per il 2020 mancano gli impegni

Dopo un rinvio è stata fissato oggi la riunione del Collegio dei commissari Ue che metterà a tam anche la procedura d’infrazione per debito eccessivo contro l’Italia. Lunedì scorso sono state varate dal Cdm le misure taglia-deficit. I numeri del Mef promettono, per portare l’aggiustamento strutturale dei conti a 0,3 punti percentuali, un taglio dell’indebitamento netto di 7,6 miliardi. Congelando da subito un miliardo e mezzo dai due maxi-fondi per reddito di cittadinanza e quota 100, e destinando tutti i risparmi da qui a fine anno sulle due misure-bandiera al “miglioramento dei saldi di finanza pubblica”. I principali nodi italiani da sciogliere per l’Europa sono essenzialmente due: la natura degli interventi per il 2019 e l’assenza di impegni per il 2020. La correzione vera e propria si limita comunque al 2019 e bisognerà vedere se sarà sufficiente per scongiurare l’apertura della procedura.

Tags

Articoli correlati