Economia

Snam, flussi gas da Russia -42% nei primi 9 mesi dell’anno

MILANO, 10 NOV – Sono scesi del 42,5% a 12,45 miliardi di metri cubi i flussi di gas dalla Russia all’Italia, tramite il valico di Tarvisio (Udine) nei primi 9 mesi dell’anno. E’ quanto si apprende dai dati al 30 settembre di Snam. Nel contempo sono saliti del 13,3% a 17,33 miliardi di metri cubi i flusso dall’Algeria attraverso il terminale di Mazara del Vallo (Trapani). In crescita anche le importazioni dall’Azerbaijan attreverso il Tap a Melendugno (Lecce) (+75,8% a 7,7 miliardi di metri cubi) e quelle dal Nord Europa tramite Passo Gries (Verbania), salite del 382,4% a 6,32 miliardi di metri cubi. In calo del 27,8% a 1,77 miliardi di metri cubi le importazioni dalla Libia attraverso Gela (Caltanissetta) e dello 0,4% a 2,32 miliardi di metri cubi l’apporto della produziione nazionale di metano. In controtendenza l’apporto dei rigassificatori, che trattano il gas naturale liquefatto (Gnl) per immetterlo in rete o nei depositi. Complessivamente nei primi 9 mesi dell’anno il Gnl arrivato in Italia è cresciuto del 27,1% a 10,13 miliardi di metri cubi. L’Adriatic Lng di Porto Viro (Rovigo) ha incrementto la produzione del 6% a 5,83 miliardi di metri cubi, l’Olt di Livorno del 107,8% a 2,93 miliardi di metri cubi e Panigaglia (La Spezia) del 29,2% a 1,37 miliardi di metri cubi. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati