Economia

Sindacati, stop licenziamenti fino a fine dell’emergenza

ROMA, 15 OTT – Sindacati in pressing perché venga prorogato il blocco dei licenziamenti, insieme alla copertura degli ammortizzatori sociali Covid. “Sono decisioni che devono essere prese subito, fino a tutto lo stato di emergenza”, afferma la segretaria confederale della Cgil, Tania Scacchetti, secondo cui “non si può pensare che, in una situazione occupazionale già fortemente compromessa prima del Covid, la libertà di licenziamento sia decisiva per la ripartenza dell’economia. Una situazione straordinaria merita risposte straordinarie e anche un forte senso di coesione e di responsabilità collettive”. La Cisl considera “assolutamente inaccettabile” l’interruzione del blocco dei licenziamenti perchè significherebbe un dramma sociale, dice il segretario generale aggiunto, Luigi Sbarra. “Sono sbagliate e preoccupanti – afferma – le parole del ministro Patuanelli sull’ipotesi di interrompere in ogni caso il blocco dei licenziamenti entro fine anno. L’emergenza sanitaria, economica e sociale continua a colpire duramente tutti i settori produttivi del Paese. Procedere in questo modo significherebbe aggravare ulteriormente le condizioni di tantissime persone e famiglie, con ripercussioni esiziali anche sulla domanda interna”. Dello stesso avviso la Uil: “E’ urgente fino alla fine dell’emergenza, la proroga dell’attuale sistema degli ammortizzatori sociali e della protezione dei posti di lavoro, tramite il blocco dei licenziamenti”, sostiene la segretaria confederale Ivana Veronese. Nella prossima legge di Bilancio, conclude, “vanno previste, pertanto, sostanziose risorse per garantire il sostegno al reddito, utilizzando anche quelle europee e dando in questo modo tranquillità a lavoratori ed aziende”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati