Economia

Patto stabilità: ipotesi mini sanzioni, sono più credibili

BRUXELLES, 08 NOV – Saranno molto più basse di oggi le sanzioni finanziarie previste per i Paesi ‘cicala’, nell’ipotesi di riforma del Patto di Stabilità e Crescita su cui la Commissione Ue presenterà domani la proposta. La comunicazione della dell’esecutivo Ue non indicherà cifre precise, secondo quanto si apprende da fonti europee, ma l’idea è avere criteri analoghi a quelli adottati ad esempio per gli Stati che manipolano dati statistici, ai quali si applicano multe di qualche milione. L’idea è avere così sanzioni molto più credibili, anche perché le sanzioni oggi previste per lo 0,2% del pil sono talmente alte da non essere mai state applicate. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati