Economia

Mps tira dritto sull’aumento, avanti nonostante il voto

MILANO, 20 AGO – Mps punta a chiudere l’aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro entro la metà di novembre nonostante le incertezze sul governo italiano legate al voto e un quadro macro carico di tensioni. “Ove le condizioni dei mercato lo consentano” Mps “ritiene che l’aumento di capitale possa completarsi tra fine ottobre e inizio novembre 2022”, viene ribadito nella relazione all’assemblea dei soci che il 15 settembre dovrà approvare la ricapitalizzazione. Già all’inizio di settembre, a quanto si apprende, il ceo Luigi Lovaglio riprenderà gli incontri con gli investitori per promuovere la partecipazione dei privati all’operazione. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati