Economia

Manovra: Cgil, risposte non sufficienti, non escluso sciopero

ROMA, 04 NOV – La legge di Bilancio, “pur contenendo alcuni elementi positivi quali risorse per il rinnovo dei contratti pubblici, sanità e riforma degli ammortizzatori sociali, non rappresenta ancora una risposta adeguata e sufficiente sull’insieme delle richieste e proposte di Cgil, Cisl e Uil”. Così il documento approvato dall’Assemblea generale della Cgil, che parte dal tema pensioni e fisco e sostiene il percorso di mobilitazione unitario. Per modificare e migliorare la manovra, “impegna le strutture a predisporre immediatamente una campagna straordinaria di assemblee nei luoghi di lavoro e territori e a mettere in campo manifestazioni e iniziative regionali e di categoria”. E “alla luce delle verifiche sugli esiti di questa prima fase di mobilitazione e delle risposte che potranno arrivare dal Governo, da effettuare insieme a Cisl e Uil nel mese di novembre”, l’Assemblea generale “dà mandato alla segreteria nazionale, in ogni caso, di valutare e prevedere ulteriori mobilitazioni senza escludere iniziative e forme di lotta di carattere generale”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati