Economia

Manovra: Bankitalia, giustamente prudente su pensioni

ROMA, 23 NOV – Le scelte sulle pensioni “sono giustamente prudenti; in un contesto demografico avverso va tenuto sotto controllo l’onere che ricade su coorti di lavoratori che si vanno assottigliando”. Lo sottolinea Bankitalia in audizione sulla manovra. “I contenuti margini disponibili nell’immediato possono essere utilizzati per facilitare l’uscita dal lavoro di chi svolge mansioni particolarmente dure o è in condizioni di salute precarie (la proroga e l’ampliamento dell’APE sociale andrebbero in questa direzione). Quando le pressioni sui conti pubblici si saranno ridotte, si potranno estendere i margini di flessibilità in uscita”. Poiché i redditi da lavoro dipendente rappresentano poco più della metà del reddito complessivo dichiarato, l’obiettivo di ridurre il cuneo fiscale che grava su di essi sarebbe più efficacemente raggiungibile con la revisione di detrazioni e trattamento integrativo”, cioè l’ex bonus Irpef, “piuttosto che con la sola riduzione delle aliquote che favorirebbe anche i redditi diversi da quelli da lavoro dipendente”. Allo stesso tempo che per il taglio Irap bisognerà tenere conto del finanziamento del SSN, “individuando soluzioni alternative”. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati