EconomiaPrimo Piano

Giallo sulla lettera Ue: Tria smentisce il contenuto della risposta

Ecco la versione del Mef

Il ministro dell’Economia ha smentito «nel modo più categorico» i contenuti della risposta alla lettera Ue.
Nel pomeriggio le agenzie di stampa hanno fatto trapelare quanto il ministro dell’Economia avrebbe scritto a Bruxelles, in risposta alla lettera inviata dalla Commissione Ue. Secondo quanto riportato, tria avrebbe ipotizzato tagli alla spesa. Il vicepremier Di Maio aveva reagito alla notizia accusando la Lega di aver scritto la lettera alla Ue senza interpellare il Movimento 5 stelle, ma in seguito il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha smentito tutto: «la lettera deve ancora partire», ha fatto sapere il Mef, «si smentiscono anticipazioni».

Il ministero ha inviato una nota che dichiara: «Il Mef smentisce nel modo più categorico le notizie di stampa che anticiperebbero i contenuti della lettera che il ministro Tria si prepara a inviare alla Commissione europea. Tali contenuti non corrispondono alla realtà. Come si potrà constatare quando si prenderà visione della lettera che sarà firmata dal ministro e inviata a Bruxelles». E chiarisce: «Le stime presentate nel programma di Stabilità per l’Italia differiscono da quelle della Commissione. L’Italia stima che l’output gap nel 2019 sarà pari a -1,6 per cento e il tasso di crescita dell’economia sarà inferiore al potenziale. L’economia si trova dunque in una situazione di ‘congiuntura sfavorevole’ secondo la griglia del braccio preventivo del patto di Stabilita’ e Crescita (Psc)».

Tags

Articoli correlati