Economia

Lavoro: Ministero, controlli in 377 cantieri, irregolare 86%

ROMA, 28 OTT – Nell’ambito della vigilanza “110 insicurezza” coordinata dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro, è stata effettuata nella giornata di ieri un’operazione straordinaria di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e di contrasto al sommerso nel settore delle costruzioni, che ha interessato 377 cantieri in tutto il territorio nazionale, con la sola esclusione delle province di Trento e Bolzano in funzione della loro autonomia speciale. Lo fa sapere il ministero del Lavoro sottolineando che si sono riscontrate irregolarità nell’86% dei cantieri. Le verifiche, che hanno interessato 794 aziende operanti nei cantieri ispezionati e 1910 posizioni lavorative, si legge nella nota, hanno portato all’adozione di 194 provvedimenti di sospensione delle attività d’impresa, di cui 133 per gravi violazioni in materia di sicurezza e 61 per lavoro nero. “Quello della legalità nel mondo del lavoro è un tema strategico per il Paese” afferma il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Calderone. “Per le sue implicazioni sociali ed economiche, sarà fondamentale da un lato investire in orientamento e formazione, a partire dai più giovani, e, dall’altro, sostenere le imprese che si impegnano a lavorare regolarmente, tenendo alto il livello dei controlli. Chi vorrebbe negare la dignità delle persone muovendosi nell’alveo dell’illegalità va contrastato. Questo tema è prioritario. Il prossimo 4 novembre, durante l’incontro al Ministero sarà il primo all’ordine del giorno del confronto” (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati