Economia

Istat: nel terzo trimestre -622 mila occupati su anno

ROMA, 11 DIC – Nel terzo trimestre il numero di occupati torna a crescere in termini congiunturali, segnando +56 mila unità (+0,2%), per effetto di un aumento dei dipendenti più consistente del calo degli indipendenti. Lo indica l’Istat nei dati sul mercato del lavoro. Ma rispetto al terzo trimestre 2019, il numero di occupati risulta inferiore di 622 mila unità (-2,6% in un anno): diminuiscono soprattutto i dipendenti a termine (-449 mila, -14,1%), continuano a diminuire gli indipendenti (-218 mila, -4,1%), mentre aumentano lievemente i dipendenti a tempo indeterminato. Dopo il calo ininterrotto per tredici trimestri consecutivi, particolarmente accentuato nei primi due del 2020, torna a crescere il numero di disoccupati che si attesta a 2 milioni 546 mila unità (+202 mila in un anno, +8,6%); l’aumento coinvolge sia gli individui in cerca di prima occupazione sia chi ha precedenti esperienze di lavoro. Il tasso di disoccupazione, in calo per sei trimestri consecutivi, torna ad aumentare portandosi al 9,8% (+1,4 punti rispetto al secondo trimestre 2020). (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati