Economia

Il governo allo scontro con la Ue: no a modifiche alla manovra

Entro oggi si dovrà rispondere alla Commissione europea: non ci sarebbe l'intenzione di rivedere le stime di crescita del Pil

Scade oggi il termine entro cui il governo italiano deve rispondere alla Commissione europea per spiegare i motivi per cui non intende rispettare la regola del debito. Il testo della lettera verrà messo a punto nel Consiglio dei ministri previsto questa sera alle 20. In giornata si dovrebbe svolgere anche un vertice a quattro con il premier conte, il ministro dell’Economia Giovanni Tria, i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Conte e Tria avrebbero un atteggiamento più accomodante rispetto alle richieste dell’Europa, mentre i due vicepremier hanno escluso in modo categorico la possibilità di ritoccare le stime di crescita del Pil per cercare un accordo.

Tags

Articoli correlati